Ultima modifica: 26 Gennaio 2019

Dal sito Web Copernicus è possibile scaricare l’ultima versione della base dati sull’uso del suolo che copre tutta Europa.

Uno strumento per capire come si evolve il territorio.

Questa è la quinta edizione di Corine Land Cover. I precedenti si riferiscono agli anni 1990, 2000, 2006 e 2012.

Il database CLC contiene dati sulla copertura del suolo suddivisi in 44 classi che copre 39 paesi. I dettagli del registro corrispondono alla scala 1: 250.000.I dati sono stati ottenuti mediante l’interpretazione fotografica dei satelliti Sentinels-2 e Landsat-8, con l’uso di altri database e metodi di classificazione semiautomatica nella scala più ampia.

Il DB CLC prende in considerazione almeno 25 ettari per separare aree diverse, elementi lineari di almeno 100 metri di larghezza con una accuratezza della posizione degli oggetti che non deve essere inferiore a 100 metri.

Sul portale è disponibile anche un livello con le modifiche alla copertura del suolo rispetto al 2012 – in questo caso, l’area minima delle strutture è di 5 ettari, che si traduce in un dettaglio corrispondente alla scala di 1:100.000.